Teknoroof

Teknoroof è il pannello termoisolante che rende facile, rapida, sicura ed efficiente la realizzazione di coperture a falde microventilate.

Il sottomanto ventilato è la migliore soluzione, con teknoroof diventa la più semplice

Teknoroof è un prodotto che unisce diverse funzionalità nel campo delle coperture a falde ventilate: isolamento termico, microventilazione e protezione dalle infiltrazioni di acqua dovute alle rotture accidentali del manto di copertura.

Per garantire la durata di un manto di copertura discontinuo costituito da elementi in laterizio e/o cemento, come i coppi o le tegole, è essenziale prevedere uno strato di microventilazione del sottomanto.

La porosità naturale delle tegole o dei coppi viene temporaneamente saturata d’acqua a seguito delle precipitazioni atmosferiche. 

Mentre l’acqua assorbita sulla parte superiore, grazie all’azione del sole e del vento, viene smaltita rapidamente, lo stesso non accade alla parte inferiore, provocando cosi fenomeni pericolosi come la gelività, la diminuzione della resistenza della tegola, il danneggiamento della listellatura e l’imputridimento dello strato isolante, con conseguente riduzione della sua efficacia.

Bisogna fare in modo, quindi, di creare le stesse condizioni di temperatura e di umidità sia sulla parte superiore che inferiore della copertura. Questo irrinunciabile obiettivo si ottiene mediante la microventilazione sottotegola che aiuta a ridurre il flusso termico entrante nel periodo estivo e a smaltire il vapore interno nel periodo invernale. Tale ventilazione si ottiene permettendo all’aria di entrare sotto tegola lungo la linea di gronda e di uscire lungo la linea di colmo (colmo ventilato).

Vantaggi

VENTILAZIONE OMOGENEA

Efficace isolamento termico
Grazie al profilo metallico alto 43 mm, il sistema di micro-ventilazione garantisce i 2202/m lineare di sezione d’aria, assicurando un grande flusso di ventilazione, uniformemente distribuito su tutta la copertura. Ciò permette di raggiungere ottime prestazioni nello smaltimento del calore e un efficace isolamento termico della struttura sottostante.

PROFILO AMPIO

Grande facilità di posa
Il profilo facilita il fissaggio meccanico delle tegole sovrastanti trattenendole in modo più sicuro ed efficace. Il posatore ha circa 20 mm a disposizione per posizionare la tegola sulla sommità del correntino e fissarla. 

RESISTENZA MECCANICA

Una struttura per una maggiore rigidità
L’ampia sezione del correntino metallico permette un’ottima resistenza meccanica. Inoltre, la struttura a scatola chiusa, con saldatura a punti, contribuisce in maniera determinante alla rigidità del prodotto.

GAMMA IDEALE

Spessori per ogni esigenza
Lunghezza di 2.400 mm. Passi da 310 a 385 mm. Spessori da 60 a 120 mm.

CONDUCIBILITÀ BASSA

Più risparmio energetico
La bassa conduttività termica dei pannelli Teknoroof (0,024 W/mK), unita alla gamma di spessori fino a 120 mm, permette di raggiungere facilmente i requisiti richiesti dal D.L. 311/06 (decreto 26 giugno 2015) in termini di trasmittanza termica dell’intera copertura. Ad esempio, una copertura con pannello Teknoroof di soli 100 mm di spessore e solai in laterocemento, calcestruzzo o legno presenta tipicamente una trasmittanza inferiore al limite di 0,26 W/ m2 K (zona climatica E) per riqualificazioni energetiche. Il sistema Teknoroof garantisce alla copertura un efficace isolamento termico che consente di ottenere un considerevole risparmio sulle spese di riscaldamento, fino a circa il 40%.

ZERO INFILTRAZIONI

Un contributo all’impermeabilizzazione
Se posato come descritto nella sezione “indicazioni di posa”, il sistema Teknoroof si dimostra essere una protezione alle infiltrazioni d'acqua dovute alle rotture accidentali del manto di copertura.

Indicazioni di posa

I pannelli Teknoroof vanno posati dalla linea di gronda verso il colmo e da sinistra verso destra. La parte eccedente del pannello andrà posata all’inizio della fila successiva. Questa importante avvertenza nella posa consente di:
  • limitare al massimo gli sfridi;
  • ttenere giunti sfalsati tra i pannelli delle diverse file.
Teknoroof viene montato su qualsiasi tipo di solaio continuo (latero-cemento, tavolato in legno) o discontinuo (travetti in legno o acciaio). È buona norma prevedere, prima della posa del pannello, la stesura di un telo traspirante e impermeabilizzante.

1. Fissaggio pannelli

  • Sono consigliati almeno 4 fissaggi ogni m2;
  • Il fissaggio va applicato nella parte posteriore del correntino.
  • Il fissaggio deve penetrare la struttura sottostante secondo l’indicazione del produttore di tassell

Struttura in laterocemento:
Fissaggio con tasselli ad espansione.

Struttura in legno:
Fissaggio con chiodi o viti per legno.

Struttura in ferro:
Fissaggio con viti autofilettanti o autoperforanti.

2. Sigillatura dei giunti

I giunti laterali dei pannelli verranno sigillati con silicone prima del loro accostamento e successivamente impermeabilizzati mediante l’applicazione sulla superficie del nastro adesivo butilico.

2. Taglio del pannello

Il taglio del pannello può essere effettuato utilizzando una sega a lama rigida per il taglio della parte schiumata e un flessibile a disco per il taglio del correntino metallico. Una volta tagliato a misura, il pannello verrà posato e fissato.

Partenza dalla linea di gronda

I pannelli Teknoroof a contatto con il dente di arresto (realizzato nello spessore del pannello) saranno rifilati alla misura necessaria a garantire l’aggancio dei coppi o delle tegole della prima fila e la loro corretta sporgenza per il deflusso delle acque meteoriche.

Si consiglia anche il rifilo della battentatura dei pannelli della seconda fila per assicurare la continuità dello strato isolante. A completamento della linea di gronda sarà opportuno inserire una rete parapasseri che, senza ostacolare il regolare ingresso dell’aria nella camera di microventilazione, impedisca l’ingresso dei volatili.

Colmo ventilato

I pannelli dell’ultima fila saranno rifilati alla larghezza necessaria a raggiungere il colmo. Eventuali fessure verranno sigillate con schiuma poliuretanica. Il colmo sarà realizzato su staffe, o con sistemi simili, che assicurano la libera fuoriuscita dell’aria.

L’eventuale mancanza del correntino portategole vicino al colmo verrà compensata con la posa in opera di un correntino “sciolto”, che assicuri la continuità della struttura e il supporto delle tegole.

Compluvi, displuvi e corpi emergenti

Tutte le linee di giunzione tra le falde saranno sigillate con schiuma poliuretanica e impermeabilizzante con l’apposito nastro in alluminio butilico. Tutti i corpi emergenti dalla copertura, quali camini, canne di esalazione, abbaini, finestre da tetto, ecc., dovranno essere raccordati con i pannelli mediante l’utilizzo della schiuma poliuretanica e sigillati con nastro di alluminio butilico.

Sovraccarichi di esercizio

Carichi uniformemente distribuiti,
freccia < 1/200 L

N. appoggiInterasse L (mm)Carico massimo (kg/m2
31200150
5800250
5600365

Il Sistema Teknoroof è pedonabile su strutture sottostanti continue e portanti.

Il peso dei pannelli molto ridotto (es. circa 1,6 Kg/ml,
sp 100 mm), consente una pratica e veloce movimentazione in quota.

Accessori Teknoroof per la posa in opera

L’applicazione di Teknoroof è estremamente semplice e la sua posa richiede l’impiego di comuni utensili di cantiere. Tegola Canadese fornisce, su richiesta, gli accessori per una corretta e completa posa in opera.

Downloads

scheda tecnica

Richiedi informazioni​

Entra in contatto con Tegola canadese, riceverai delle risposte nel più breve tempo possibile​.

Iscriviti alla newsletter

Entra in un mondo di notizie esclusive, prodotti, tecniche e materiali in anteprima per te.